I 7 acquisti più ridicoli e folli mai fatti da calciatori

 

Spesso i giocatori di calcio occupano le prime pagine del gossip, non per le loro performance calcistiche o le loro storie d’amore, ma per i loro acquisti che spesso fanno venir la pelle d’oca. Sarà anche vero che grazie al loro lavoro guadagnano una fortuna, ma certe ostentazioni sono davvero assurde.

Eccovi di questo la classifica dei 7 acquisti più ridicoli e folli mai fatti dai calciatori:

1. Djirbil Cissé e il titolo di Lord

Nel maggio 2005, Djirbil Cissè attaccante del Liverpool si è comprato il titolo di ‘Lord of the Manor di Frodsham’.

Il nuovo titolo per l’ex nazionale francese è stato legittimato con l’acquisto di un palazzo di 2 milioni di sterline nel Cheshire permettendogli così di fare riferimento a se stesso come ‘Signore Cissé’ in tutta la corrispondenza.

Il titolo, che è stato tenuto da varie famiglie nel corso dei secoli, presumibilmente risale al 1086 ed è stato registrato nel Domesday Book – l’indagine a livello nazionale ordinata da Guglielmo il Conquistatore.

2. William Gallas e la macchina cromata

L’ex Gunner William Gallas ha pensato bene invece che sarebbe stata una buona idea spendere l’enorme somma di £ 350.000 per una Mercedes SLR McLaren cromata. A parte la visibilità che l’avrebbe fatta notare da un miglio di distanza, anche la finitura lucida sarebbe diventata un pericolo riflettente in una giornata di sole.

La Mercedes aveva una velocità massima di 207 mph(più di 330 km orari per intendersi) e poteva accelerare da 0-60mph in meno di quattro secondi. Date tali statistiche, non c’è da meravigliarsi che il calciatore famoso dopo averle scelte possa distruggere queste auto sportive.

3. David Beckham e i troni

Quando David Beckham ha sposato Victoria Adams nel 1999, la coppia si sedette davanti ai loro ospiti su ampi e comodi troni rossi e oro. In un ulteriore tocco regale dopo il loro matrimonio, Posh e Becks hanno proceduto ad assumere personale ex Casa Reale per tenere la casa in ordine.

Alla fine del 2013, quando la famiglia Beckham ha venduto la famosa casa ‘Beckingham Palace’ a favore di una casa più piccola a Londra, i famosi troni d’oro erano parte di una lunga lista di oggetti amati dai Beckham ma destinati ad un’asta di beneficenza. Il prezzo di vendita siamo certi sarà stato a sei zeri.

4. Mario Balotelli e la collezione mimetica

Durante la sua permanenza al Manchester City (e non solo), Mario Balotelli è stato al centro dell’attenzione così spesso che probabilmente potrebbe essere perdonato e capito il suo amore per gli oggetti mimetici proprio con la voglia di mimetizzarsi.

Nel novembre 2012, l’enigmatico italiano coprì la sua Bentley Continental (per un totale di £ 160.000) con un involucro in vinile esercito mimetico. Non sorprende che abbia ricevuto molta attenzione il primo giorno che ha guidato fino al campo di allenamento del City a Carrington.

In un’altra immagine poi è emerso un Balotelli casalingo che indossava una tutina mimetica mentre era in posa tra la vettura suddetta e quello che sembrava un quad anch’esso mimetico.

Dopo essere ritornato in Italia, Balotelli ha venduto la macchina al nuovo compagno di squadra Urby Emanuelson, che non ha perso tempo nel rimuovere il vinile e nel ripristinare il classico white alla Bentley.

Balotelli del resto ci ha abituati a questi eccessi: come scordare la fontana sul tetto di casa o i leoni saltanti in giardino.

5. El Hadji Diouf e l’auto d’oro

Nel 2009 quando militava nel Blackburn Rovers, il senegalese ha mostrato per la prima volta una macchina nuova ma a dir poco di cattivo gusto. La Cadillac Escalade, non abbastanza cara a £ 53.000, era stata data con l’aggiunta di integrazioni personalizzate e fu dipinta in oro lucido.

La prima apparizione pubblica del giocatore in macchina lo ha visto parcheggiare illegalmente in una baia di carico a Manchester per più di un’ora, mentre aspettava la pizza da un ristorante locale.

L’ex Liverpool e Bolton nella circostanza ebbe molta fortuna però, infatti il parcheggiatore che doveva sanzionare l’infrazione non fu in grado di emettere una multa, perché il suo computer portatile era fuori uso.

6. Obafemi Martins e la consulenza finanziaria

Obafemi Martins guadagnava £ 75.000 a settimana mentre giocava tra le fila del Newcastle United, ma ciò non ha impedito all’attaccante nigeriano di avere il conto corrente bloccato. Si diceva che Martins fosse solito prelevare 40.000 £ per trascorrere il suo fine settimana, seguito da ulteriori prelievi di più di £ 25.000 per il resto della settimana.

Il giocatore era così finanziariamente inetto che una società denominata NVA di gestione fondi si è offerta di intervenire e assumersi la responsabilità per i suoi soldi per una “una tantum” di £ 300.000 e una percentuale di guadagni futuri.

La NVA più tardi ha dichiarato che curato ogni aspetto della vita del giocatore ha comunque dovuto regolarmente salvare Martins dai guai finanziari quando lui aveva speso tutti i suoi soldi. Martins è stato poi citato in giudizio dalla società di gestione dopo che sosteneva di non aver mai effettivamente pagato l’300,00 £ dovuti per i loro servizi.

7. Stephen Ireland e ogni suo oggetto

Quando si tratta di acquisti ridicoli, Stephen Ireland apre la strada e sbaraglia la concorrenza.

L’ex Manchester City si è costruito una buona reputazione per l’acquisto di cose che nessuna persona normale potrebbe mai aver bisogno. In passato, è stato visto alla guida di una Rover bianca con vistose finiture rosa o ancora su un’ Audi R8 personalizzata nei colori del Manchester City e per la quale ha speso £ 260.000, o infine su una Bentley personalizzata per la sua fidanzata altrettanto eccentrica.

Il suo eccesso non si ferma alle auto visto che la sua lussuosa residenza da 5 milioni di sterline è piena di prodigalità inutili. Ireland, la cui casa non sarebbe fuori luogo in un episodio di “Mogli dei Calciatori”, ha anche un tavolo da biliardo con il suo nome inciso sopra e diversi acquari sparsi per i pavimenti di casa.

Purtroppo le voci circa giocatori in cerca di una vasca di squali sotto il pavimento della cucina si è rivelato essere falsa.

– 1 visite

Lascia un commento

Comment
Nome*
Mail*
Website*