L’erede Red Bull uccide un poliziotto a bordo della sua Ferrari FF e si dà alla fuga!

Non sarà una notizia del tutto inerente al lusso, ma si parla di una delle auto più desiderate negli ultimi tempi dagli amanti della prestigiosa casa automobilistica del Cavallino Rampante e dell’erede di una delle aziende più famose al mondo. Ciò che più dispiace, però, è come si siano svolti i fatti, visto che a rimetterci la vita è stato un poliziotto innocente.

Il tutto ha avuto luogo pochi giorni fa, quando Vorayuth Yoovidhya, giovane erede del colosso Red Bull, a bordo della sua nuova e fiammante Ferrari FF di colore grigio, ha improvvisamente investito un poliziotto in borghese in sella ad una moto, forse a causa di una distrazione. Il malcaptitato, è stato trascinato a lungo dall’auto in piena strada, riportando prima diverse ossa rotte, poi il collo ed infine rimanendo senza vita quando l’auto è riuscita a fermarsi. A quanto pare, l’agente sia stato investito dal ragazzo ad una velocità di 200 km/h.

Secondo quanto dichiarato dall’avvocato di Vorayuth Yoovidhya, il giovane ventiquattrenne non era sotto effetto di alcol o droghe, ma ne avrebbe fatto uso dopo aver ammazzato il poliziotto ed averlo lasciato in strada.

Per fare chiarezza sul ragazzo in questione, teniamo a precisare che, Vorayuth Yoovidhya, è il nipote di Chaleo Yoovidhya, uno dei partner dell’azienda della bevanda energetica Red Bull e uno dei più ricchi uomini della Thailandia con un patrimonio stimato di 5 miliardi di euro.

Il signor Yoovidhya, inoltre, è anche proprietario dell’unico importatore autorizzato Ferrari in Thailandia, ed è per questo che aveva regalato la nuova Ferrari FF al suo giovane nipote. Fatto sta, che il ragazzo ora è stato arrestato e, forse, a causa di questo suo precedente, non potrà andare più a capo della grande azienda.

– 0 visite

Lascia un commento

Comment
Nome*
Mail*
Website*